Il Coppo. Le 5 regole per una copertura durevole

Il coppo è senz'altro il manto di copertura piu tipico per le zone emiliane e padane ma è anche il più delicato e , se non realizzato con cura, è quello che necessita di maggiore manutenzione che spesso crea i maggiori problemi .

Quali?

-Si muovono facilmente se non fissati meccanicamente comportando manutenzione periodica

-Scoppiano se posati utilizzando malte o poliuretani

-Sono spesso sormontati male permettendo la creazione di nidi per i volatili

difficilmente vengono adeguatamente ventilati nella convinzione che ,per la loro composizione, lo siano già .

Tutti questi errori di posa ci fanno credere che i Coppi non siano più quelli di una volta e che creino solo problemi.

NON È VERO! UNA CORRETTA POSA PUÒ DARE LUNGA VITA AD UN COPPO E LUSTRO ALL'EDIFICIO.

Cosa è necessario per ottenere questo?

  1. una corretta ventilazione del coppo ( anche del coppo di canale)
  2. un ancoraggio sia del coppo di canale che di quello di coperta
  3. evitare malte e poliuretani che ne danneggiano la traspirabilitá provocandone lo scoppio
  4. montare una efficace griglia parapasseri
  5. montare un colmo ventilato efficiente o posare le necessarie tegole di areazione

Seguendo queste 5 regole non potrai che ottenere ottimi risultati e, sopratutto, RISPETTERAI LE NORME UNI 9460:2008 PER LA CORRETTA POSA assicurandoti la garanzia del produttore.

 

ECCO ALCUNI SISTEMI DI SISTEMI DI COPERTURA CON COPPI  CHE RISPETTANO LE NORME UNI 9460:2008

Aercoppo

Tetto ventilato e coppo areato

SCOPRI LA SOLUZIONE

 

Doppio Coppo Stopper

Per la microventilazione del coppo in presenza di un tetto già ventilato

SCOPRI LA SOLUZIONE

 

Comments for this post are closed.